Nuovo anno, nuovo blog…

 E’ arrivato fresco fresco e bagnato di pioggia questo nuovo anno…All’inizio di ogni nuovo anno, spesso ci si trova davanti ad un bilancio consuntivo e ad uno preventivo. Ragionieristicamente si traccia un’analisi dei costi e dei benefici e si cerca di dar forma a ciò che vorremmo nel nostro futuro… Spesso si stilano decaloghi di buone intenzioni. Si fanno promesse a noi stessi. Ci si dice che, da questo momento in poi, tutto dovrà cambiare. Presumibilmente in meglio…Alla fine ti accorgi che la vita scorre e che puoi darle un’impronta, un indirizzo, ma che, comunque, devi sempre restare in campana, perché tu possa fronteggiare gli imprevisti al meglio. Quelli brutti e quelli belli.Oggi sorridevo, parlando con un collega, ripensando a come fosse il mondo della comunicazione anni addietro. E, in particolare, a cosa fosse il mondo prima di internet e dei telefonini… 🙂 E’ strano ripensare alle cabine telefoniche, ai telefoni a gettoni, ai posti telefonici pubblici dove potevi fare le interurbane o le chiamate all’estero… Ricordo ancora quegli strani posti pieni zeppi di piccoli comparti chiusi da una porta a vetri, all’interno dei quali, in ognuno, c’era il telefono e il contatto col resto del mondo e, fuori, pile di elenchi telefonici di tutta Italia. Fa sorridere ricordare quanto fosse impellente, a volte, trovare una cabina telefonica per mettersi in contatto con qualcuno… Per comunicare un ritardo, come per telefonare nascostamente durante una relazione proibita, magari…Il telefono a gettoni… Se domandassi ai miei nipoti cosa fossero, non avrebbero la più pallida idea su che cosa rispondermi.Comunicare… S’é persa pure l’arte della lettera, della corrispondenza cartacea. Dalle ampollose lettere commerciali alle più romantiche lettere alla persona amata. 😉

E così ecco, infine, l’ispirazione, dettata da questi ricordi… E la decisione di comunicare, ancora una volta, col mondo. Con i nuovi mezzi, ripensando alla poesia del passato. Ormai sono quasi tredici anni che bazzico la rete. Ho riaperto una finestra e non la richiuderò.

Almeno, questo é ciò che il mio decalogo delle buone intenzioni prevede. 😀

Don't take offence at my innuendo – Ƿ€ɳƨɻ€ʁɨ ɖɬʂѻƦƌĮИáϮǁ